Da qui ho un posto comodo

Da qui ho un posto comodo

Temevo fortemente che Andrea avrebbe scritto il suo secondo libro di poesia. Le mie divinazioni metropolitane si sono avverate. Andrea l’ha fatto. I libri di poesia son fatti così. Non si sbaglia una sola volta nella vita. Se si è poeti. Non è una regola scritta ma è ferrea. Ed ecco arrivare “Da qui ho un posto comodo”. Il titolo è molto bello. Il contenuto pure. Fine della prefazione saluti e baci. No scherzavo.

Le tre S di Andrea sono a mio parere Solitudini Sicilia e Sensualità.

Dal primo libro il modo di scrittura è cambiato. In meglio. Il poeta per dire “culo” scrive “culo”. Perché di culi di donna si tratta. Concordo. E poi c’è il mare.

Costante presenza nei versi che ho letto.

Il mare è uno sguardo di felicità e tristezza. Come il culo. Come le lacrime. Protagoniste della poesia “La mafia siamo noi”. Un tema che sta molto a cuore ad Andrea. Lo schifo di Cosa nostra. Lo sdegno in versi di un siciliano di fronte a chi comanda. Perché comandano ancora. In ogni piega del nostro paese.

Dalla prefazione di Enrico Nascimbeni.

Un libro della Casa Editrice Chiaredizioni
Pagine: 160 / ISBN: 978-88-85561-00-7
Prezzo: €12,50

Andrea Magno

Book Trailer