Tre racconti per il teatro

12,50

Tre racconti per il teatro di Elsa Flacco e Maurizio Colasanti

FONDAZIONE 139: Quattro personaggi con una responsabilità enorme, riuniti per un’impresa epica e disperata. Ognuno con i propri ideali, le proprie manie, le proprie paure. Una minaccia incombente che non può essere sventata, solo sfidata. Il coraggio, l’incoscienza, la ribellione contro una violenza cieca che spazza via ogni barlume di ragionevolezza. Resistere, stringersi l’un l’altro nonostante le irriducibili divergenze, per provare a fermare la barbarie, fino all’ultimo respiro.

GLI AQUILONI DI ZUARA
: Una madre e un figlio, due voci nel deserto che cercano un incontro, una possibile condivisione, al di là delle incomprensioni, dei conflitti latenti e mai risolti. Una ricomposizione è possibile? L’amore può davvero vincere tutto? Aleggia il dilemma, mentre sullo sfondo conflitti epocali esplodono ripercuotendosi anche sugli affetti più profondi.

LA CODA: Un’aula di tribunale, un processo. Una giudice deve sentenziare su una grave accusa sospesa nell’aria, mentre un avvocato difensore sostiene strenuamente le ragioni dell’imputato contro un pubblico ministero dalle inscalfibili granitiche certezze. Uno scontro all’ultimo cavillo senza esclusione di colpi, fino all’apparizione dell’accusato: il mite Giandelfo, custode di un terribile segreto.

Categoria:

Autori

Elsa Flacco
Abruzzese di Guardiagrele (CH), insegna lettere nel liceo scientifico. Tra il 1999 e il 2012 ha pubblicato articoli e saggi sul patrimonio storico-culturale dell’Abruzzo, in rivista e volume; suoi contributi sono apparsi nei Moduli di letteratura regionale abruzzese, Carabba 2007-2010, e in Abruzzo 1861. Gli scrittori abruzzesi e l’Unità d’Italia, Carabba 2012. Del 2016 è il testo teatrale Un palmo e mezzo sotto la terra; nel 2017 è uscito per Oakmond Publishing il romanzo Per Francesco, che illumina la notte, nel 2019 per la Libreria Musicale Italiana la biografia Giuseppe Dell’Orefice. Un canto interrotto sulla scena napoletana dell’Ottocento. Nel 2019 è stata nella giuria del XXII Premio Internazionale Ignazio Silone.

Maurizio Colasanti
Direttore d’orchestra, compositore, è protagonista anche in campo letterario. Nella sua intensa carriera ha lavorato con le più importanti istituzioni musicali: Teatro Petruzzelli, Radio3 Rai Concerti al Quirinale, Seoul Philarmonic Orchestra, Teatro dell’Opera di Roma, Teatro Politeama Palermo, St. Martin in The Fields, Royal Academy of Music Londra, Orchestra Sinfonica Siciliana, Teatro Lirico di Cagliari, Orchestra Sinfonica di Sanremo, Miami Symphony Orchestra, Solisti del Teatro alla Scala di Milano, Carnegie Hall, Melba Hall, Seoul Opera House, Camerata Istropolitana Bratislava. Ha collaborato con musicisti come A. Rosand, A. Pay, A. Braxtone, G. Schuller, M. Larrieu, P. Badura Skoda, F. Ayo, e con registi come E. Decaro, G. Cazzola, M. Di Mattia, T. Mischoupulos, S. Castellitto, E. Stinchelli.

Maggiori informazioni

Pagine: 185
Codice ISBN: 978-88-85561-23-6